Per l’Italia si apre la sfida dell’intelligent enterprise

Riportiamo qui di seguito l’intervista al Country Manager San Martino di MicroStrategy realizzata da Antonello Salerno per CORCOM.

Il country manager: “I tempi sono ormai maturi per il passaggio alle strategie data driven. Emerge il bisogno di dati aggregati, consultabili con semplicità e in tempo reale, per orientare al meglio i decision maker e aumentare la competitività”

Quali sono i primi passi che deve compiere un’azienda che si affaccia ora per la prima volta sul mondo della digital transformation?

Secondo la nostra “mappa dell’intelligent enterprise”, la prima cosa da fare è capire dove ci si trova, perché spesso e volentieri alcuni aspetti infrastrutturali e organizzativi sono già presenti in azienda e magari non vengono pienamente sfruttati. Si deve fare un assessment di quello che c’è già, di che tipo di esigenze hanno i vari attori che prendono parte alla vita aziendale, sia interni sia esterni, e da lì poi iniziare a creare un percorso per strutturarsi come intelligent enterprise: quindi sfruttare al massimo i dati a tutti i livelli, per diventare veramente data driven e guadagnare quel vantaggio competitivo fondamentale per stare con successo sul mercato.

Per leggere l’intervista completa, seguire questo link.

Lascia un commento