Riforma della crisi di impresa, un’opportunità per le aziende italiane

Una riforma di grande importanza attende le imprese italiane. Il 22 dicembre scorso sono state consegnate al ministro della Giustizia le bozze dei decreti legislativi integranti l’attuazione della delega di cui alla l. n. 155 del 2017 sulla crisi di impresa. Ad elaborarle, una commissione ministeriale appositamente costituita e presieduta da Renato Rordorf. In particolare, gli schemi presentati prevedono l’approvazione di un nuovo codice delle crisi e dell’insolvenza, destinato a rimpiazzare integralmente la legge fallimentare attualmente in vigore (approvata con il regio decreto 267 del 1942) e la legge sul sovraindebitamento (legge n. 3/2012); inoltre sono previste modifiche ad alcune disposizioni del codice civile in materia societaria.

Come si colloca questa riforma nel contesto europeo?

Rispetto al resto d’Europa sarebbe una normativa avveniristica. Solo in Francia ci sono le procedure di allerta. Gli altri Paesi dovranno adeguarsi. Anche in Germania si stanno interrogando se la legge sull’insolvenza sia o meno compliant rispetto a quanto chiede l’Unione Europea. Ripeto, per me questa riforma è una grande opportunità per le imprese italiane per distinguersi in positivo e per divenire più affidabili.

Leggi l’articolo completo a questo link

Lascia un commento